Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

SUMMER Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Quegli abbaìi di festa

COSTUME & SOCIETA’

I compleanni dei quattrozampe da trascorrere in compagnia

cane-compleannoLe feste di compleanno piacciono a tutti. Si trascorrono una manciata di ore in compagnia delle persone care, ci si aggiorna l’uno sulla vita dell’altro, si programmano pomeriggi di shopping e week end al mare, si mostrano foto e si raccontano aneddoti divertenti sul festeggiato. Le feste di complenno, appunto, piacciono a tutti. Soprattutto ai più piccoli. E se per “tutti” si intendessero «tutti i cuccioli del mondo», come recita lo spot di una merendina? Dove, non a caso, ci sono un bimbo e il suo amico a quattrozampe che vorrebbe ma non può mangiarla, pericolo cioccolato? Qualcuno sostiene che ai cani piacciano davvero molte delle cose che fanno fare i salti di gioia ai bambini: le coccole, giocare, correre, andare a spasso e anche fare festa. Come si fa in occasione di un anniversario. Ecco perché sono nate le feste di compleanno per cani, con tanto di personale che si occupa di tutto e c’è chi l’ha già trasformato in un mestiere. Certo, questo è possibile solo nelle grandi città, dove c’è più probabilità di trovare un nutrito numero di persone patito della cura del proprio animaletto domestico, gli stessi che comprano un collarino con gli strass di tonalità differenti, uno per ogni vestitino. Perché una volta può attirare tutti, ma gli affari si fanno con i clienti abituali.

In questi casi, oltre all’immenso affetto e ad una vena di follia, è prezioso il passaparola che avverrà, c’è da scommetterci, al parco, negli orari di punta delle passeggiate per far sgranchire le zampette. Le strutture disponibili ad affittare sale e giardini non mancano, anche se di norma si tratta di luoghi che si occupano di musetti da compagnia durante tutto l’anno. E se a Milano e a Firenze le mete principali sono gli asili per cani, a Roma le feste si organizzano in un vero hotel cinque stelle lusso, evidentemente tollerante con chi vive e respira in funzione dell’amico bipede, considerato che agli ospiti viene abitualmente offerta la possibilità di avere ciotole e cucce in camera e menù personalizzati in caso di allergie e intolleranze alimentari grazie alla collaborazione con un nutrizionista veterinario. Le tariffe variano in base al numero di cani invitati e agli extra, quale potrebbe essere una persona specializzata che si occupi dell’organizzazione di giochi. Per l’affitto della location si pagano in media € 80 per 10 cani, per 20 si arriva a 150 e si sale a 250 se si richiede la presenza di un educatore. Ovviamente sono previsti sconti per i proprietari delle bestiole che già frequentano le varie strutture. La preparazione del cibo è sempre affidata ad uno chef per cani, figura professionale che si sta facendo conoscere anche a mezzo televisivo, con la supervisione di un veterinario nutrizionista, entrambi disponibili a soddisfare le richieste dei palati più fini. La torta, di pesce o carne, ha un costo base di € 35, ma può essere sostituita da muffin o ciambelloni, il tutto senza additivi né coloranti né conservanti. Il buffet ha un costo totale che varia da € 150 a 200 ed, esattamente come per bimbi e adulti, anche per i party canini si può scegliere un tema. Chi vuole risparmiare può occuparsi personalmente dell’allestimento e in alcuni casi pure del cibo. Esattamente come per i bipedi: si paga solo la location. A ciascuno il proprio commento.

 Rosmeri Marcato