Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

SUMMER Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Murales sulla parete nord

PALESTRA COMUNALE DI TAGLIO DI PO

Taglio-nastro“Taglio di Po sempre più bello e... colorato!”. Questo ha detto il sindaco Francesco Siviero alla conclusione della cerimonia d’inaugurazione del grande murales sulla parete nord della Palestra comunale, rivolta verso via L. Da Vinci. Presenti, oltre al sindaco Siviero, il vice Alberto Fioravanti e gli assessori Veronica Pasetto e Davide Marangoni, il parroco padre Maurizio Vanti, Melania Ruggini di “Deltarte”, gli alunni delle classi terze A e B della scuola media “E. Maestri” di Taglio di Po coinvolti nell’esecuzione del progetto insieme all’associazione “Deltarte” e l’Amministrazione comunale, il dirigente vicario Mario Marafante e la docente di educazione artistica Roberta Bonvicini e diversi genitori. Per due intensi giorni gli alunni, seguiti dall’artista internazionale Stefano “Cento” Bressan di Treviso, hanno reso stupenda la parete della palestra realizzando un murales di circa m. 15 per un’altezza di 6, disegnato e poi colorato con bombolette spray, che ha ingentilito una struttura datata ma... storica per i successi sportivi della Virtus Pallavolo del prof. Luciano Zanella.

Il vice sindaco Fioravanti ha esaltato il lavoro compiuto a stretto contatto tra alunni e artista che portato a conoscere altri artisti, realizzando un’opera che mostra l’arte in maniera diversa. Il sindaco Siviero ha ringraziato quanti si sono adoperati per questa iniziativa culturale-artistica e sottolineato: “Il nostro paese ha bisogno di tanti piccoli tocchi di colore come quello che avete realizzato voi: uno spettacolo per gli occhi e una gioia per il cuore”. Ruggini, di “Deltarte”, dopo aver ricordato i finanziamenti della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, gli altri quattro precedenti progetti effettuati con la scuola di Taglio di Po, la collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’intervento di artisti come Pablo Chiereghin, Raffaella Rosa Lorenzo, Josef Sabatino e Melinda Sefcic, ha detto: “Importante per i ragazzi è che si sentano artisti e protagonisti”. Marafante ha quindi portato il saluto della dirigente Gabriella Di Mascio e letto un messaggio con il quale “ringrazia coloro i quali hanno reso possibile questa esperienza tanto significativa, realizzando un capolavoro, un segno tangibile alla città”. “Voi, ragazzi -  ha aggiunto la docente Bonvicini - avete tanto lavorato ed ora avete la responsabilità di tutelare quest’opera e mettere in pratica l’esempio di Cento che ascoltando il suo cuore e la passione ne ha fatto un lavoro”. Un breve intervento l’ha pure fatto l’alunno Gabriel Mota Colin della 3ªB, che ha pure tagliato il nastro tricolore, così come ha fatto l’artista Cento e padre Maurizio che ha benedetto l’opera con l’auspicio “che la nostra fede e la vita sia colorata e vivace come il murales che voi avete realizzato”.

Giannino Dian