Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

SUMMER Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Cavarzere

Festa della Repubblica a teatro

“Viva la Repubblica”

La bella serata del 2 giugno

foto di giuseppe arpicelli - 2 giugno cavarzereVenerdì 2 giugno presso il teatro comunale “Tullio Serafin” di Cavarzere si è svolta la manifestazione “Viva la Repubblica”, iniziativa organizzata dall’assessorato alla Cultura della Città di Cavarzere in occasione della Festa della Repubblica. “Si è trattato – spiega l’assessore alla Cultura Paolo Fontolan - di un’iniziativa con cui abbiamo voluto ricordare gli eventi di 71 anni fa che portarono alla nascita dell’Italia libera e repubblicana, rendendo omaggio a chi ha fatto questo dono alle generazioni successive. Ma anche guardare al futuro, perché questi valori continuino a vivere nelle nuove generazioni”. Il sottotitolo della manifestazione recitava “La Città di Cavarzere ed i neo-diciottenni festeggiano la Repubblica Italiana”. Infatti per l’occasione sono stati invitati tutti i ragazzi cavarzerani che hanno compiuto 18 anni nel 2017 e che hanno quindi acquisito, con il diritto di voto, la pienezza dei diritti e dei doveri di cittadini. Ai neo-diciottenni sono stati consegnati due doni di grande valore simbolico: la nostra Costituzione e la bandiera italiana.

Read more: Festa della Repubblica a teatro

Problemi in attesa di soluzione

Emergenza lavoro, extracomunitari e scarsa incentivazione

Il sindaco Tommasi ha incontrato il Comitato Cittadini Cavarzerani

municipio-cavarzereDurante lo scorso mese di maggio il sindaco di Cavarzere Tommasi ha ricevuto diverse delegazioni sui problemi che assillano la popolazione: ricevuti due volte i rappresentanti sindacali, ricevuto anche l’arciprete don De Benetti e anche il Comitato Cittadini Cavarzerani, presieduto da Graziano Corazza. In quest’ultimo incontro, presente pure l’ex assessore Sergio Rubinato per l’Uilp (sindacato pensionati), i temi illustrati sono stati molteplici, tra cui i servizi in genere e l’invecchiamento della popolazione (scesa nel mese di aprile a 13mila 931 unità, di cui 955 stranieri); nonché del degrado urbano, per il quale è stata chiesta una “azione politica-amministrativa che riscopra la qualità della vita urbana”, con l’incentivo dei lavori socialmente utili da parte dei giovani extracomunitari, che oziano nei bar da mane a sera; la ricerca di nuove fonti di lavoro per le nuove generazioni locali, promuovendo anche forme cooperativistiche per la coltivazione e la gestione dei prodotti dell’agricoltura (primaria risorsa del cavarzerano, anche nel settore ortofrutticolo). Secondo Rubinato, “L’area cavarzerana è depressa rispetto ad altri centri veneti contermini per mancanza di obiettivi strategici e di strutture logistiche per la qualità delle merci poste in area impropria”. Ciò per la “scarsa incentivazione allo sviluppo della filiera agro-alimentare di qualità e per la carente vocazione alla trasformazione”.

Read more: Problemi in attesa di soluzione

Anteas "Vivere insieme"

Nuovo pulmino per il trasporto

Grazie al contributo del Comune e di varie raccolte per i disabili

Anteas 1Nel pomeriggio di venerdì 26 maggio, davanti alla sede dell’“Anteas - Vivere Insieme” di Cavarzere, in via F. Turati, è stato inaugurato il nuovo mezzo Fiat Doblò, attrezzato anche al trasporto disabili, presenti il presidente di Anteas Cavarzere, Fabrizio Bozzato, il vice presidente Fiorenzo Patrian, il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi accompagnato dall’assessore al bilancio Andrea Orlandin e dalla consigliera comunale Elisa Fabian. Il nuovo pulmino è stato benedetto dall’arciprete di S. Mauro, don Achille De Benetti. Il mezzo è attrezzato con un sollevatore idraulico per il trasporto delle persone in difficoltà motoria e/o in carrozzina. L’acquisto è stato reso possibile grazie ai fondi stanziati annualmente dall’Amministrazione Comunale, ai contributi dei soci Anteas e ad una raccolta fondi effettuata da un gruppo di volontari che hanno sensibilizzato il paese e le frazioni. Parole di ringraziamento e di apprezzamento per quanto viene fatto dai volontari Anteas sono state espresse sia dall’arciprete, don Achille, che dal sindaco Henri Tommasi. (R. Pacchiega)