Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

chierichetti Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Tanti fiori insieme

Una bella “Festa dei fiori”

Tradizionale e indovinata iniziativa della Pro Loco

fioriDomenica 30 aprile il centro storico di Cavarzere si è rivestito per l’intera giornata di sgargianti e variopinti colori floreali per la sagra primaverile organizzata dalla Pro Loco: un vero inno alla natura e alla madre terra. Una “Festa dei fiori”, quella di quest’anno, che ha richiamato centinaia e centinaia di persone e decine di floricoltori provenienti anche da molti centri limitrofi: espositori che hanno saputo brillantemente animare il paese con il loro richiamo e l’impegno profuso, ripagati dai numerosi acquisti registrati nel settore. Protagonisti della giornata, in primis, sono stati, quindi, i fiori di stagione, dinanzi ai quali i visitatori si sono trovati nell’imbarazzo della scelta: rose, ortensie, gerani, begonie, agrumi, piante grasse di ogni specie, con cui abbellire davanzali, pergoli e giardini, una vera passione di tanti e tanti cavarzerani.

Una manifestazione tradizionale la “Festa dei fiori”, più che una iniziativa indovinata, perché ormai divenuta una mostra mercato floreale a livello provinciale, se non regionale, e che apporta ogni anno anche notevoli interessi economici al commercio locale, a bar e ristoranti in genere, sempre affiancata anche da un mercatino del gusto, che alla festa degli occhi ha aggiunto anche quella del palato, con i prodotti tipici di stagione anche questi: fragole, asparagi, marmellate, frittelle, dolci e formaggi. La “Festa dei fiori” è stata coronata nel pomeriggio dalle prove pittoriche dei ragazzi delle scuole locali, eseguite sull’asfalto di via Pescheria, dove hanno potuto dar prova della loro versatilità espressiva disegnando fiori e altro ancora, come tanti piccoli madonnari in erba. (Rolando F.)