Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

chierichetti Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

GIORNATA DELLE VOCAZIONI E GIORNATA DEL SEMINARIO

Chiedere al Signore il dono di nuove vocazioni anche nella nostra diocesi

Preghiera, cura, attenzione e simpatia

foto-seminaristiQuest’anno, in coincidenza della Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, celebriamo nella nostra diocesi anche la Giornata del Seminario. Essa ci ricorda che c’è un compito e una responsabilità che impegna decisamente e costantemente tutta la nostra chiesa locale: pregare e impegnarsi perché la chiamata che il Signore rivolge ad adolescenti e giovani, in particolare, invitandoli a seguirlo trovi generose risposte. È, quindi, soprattutto la carità della preghiera, dell’attenzione, della simpatia e della solidarietà per questa Istituzione lo scopo di una Giornata dedicata al Seminario. Anche se poche, non sono mai mancate le vocazioni in passato, nella nostra diocesi. Posso dire che anche oggi il Signore benedice questa nostra Chiesa, a fronte di non poche difficoltà: per il numero assai esiguo di giovani in Seminario e per le esigenze di un cammino e di una formazione sempre più attenti a questi nostri tempi.

Ecco perché non possiamo desistere dall’accogliere l’invito del Signore a pregare il Padrone della messe perché mandi operai nella sua messe. Accanto alla preghiera che domanda al Padre nuove vocazioni, c’è la preghiera che chiede con insistenza anche la fedeltà e la perseveranza di chi ha avvertito la chiamata e di chi sta vivendo e portando avanti un periodo di discernimento. Il Seminario è l’istituzione alla quale tutti dobbiamo guardare con stima, simpatia e… con amore! Sentiamolo come “nostro” il Seminario diocesano! Esso rappresenta la premura che tutta la nostra Chiesa diocesana rivolge nel cercare, nel proporre e nel testimoniare la bellezza di un sì generoso detto al Signore. In questa “casa” vivono alcuni giovani che stanno scoprendo la strada della loro felicità e per crescere nell’essere uomini e nell’essere credenti. Non ci resta che fare veramente di tutto per sentire la vicinanza del Seminario e pregare e operare per questa Comunità che costituisce un luogo fondamentale della nostra Diocesi. Il mese di maggio, da poco iniziato, offre senz’altro l’occasione propizia per guardare a Maria Stella dell’evangelizzazione e Regina degli apostoli perché accompagni il nostro cammino e interceda presso Dio perché non faccia mai mancare vocazioni all’ordine sacro nella nostra diocesi e nel mondo intero, facendoci riscoprire la bellezza della chiamata che Dio, per una strada o per un’altra, ha rivolto nella vita di ciascuno di noi. Non posso, infine, non esprimere la sincera gratitudine per i tanti che, in maniera silenziosa, sostengono anche con il contributo economico la vita del Seminario e per tutti coloro che lo faranno, in modo particolare in questa domenica, durante l’offertorio, partecipando all’Eucaristia. Anche questa è espressione di carità partecipata. È la Domenica del Buon Pastore: guardiamo a Lui supplicandolo perché vegli sulla nostra Chiesa locale e le doni i pastori santi e sapienti di cui ha bisogno.

don Danilo Marin, rettore del Seminario