Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

SUMMER Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Editoriale

Spirale perversa

di Vincenzo Tosello

attentato-moscheaQuando abbiamo sentito dell’attentato vicino alla moschea di Londra da parte di un 48enne inglese, penso che tutti abbiamo capito la tragica “novità”. La spirale della vendetta, ormai ufficializzata con un gesto parimenti insano, oltre che teorizzata, rischia di peggiorare la situazione innescando un meccanismo che non può che portare al peggio. Lo sanno tutti, a cominciare dalle autorità inglesi, politiche e religiose di ogni fede, che hanno condannato subito, senza esitazione, l’aggressione ai fedeli musulmani riuniti per il Ramadan. Purtroppo non sono mancati - specie nei social, anche in Italia - quanti hanno invece esaltato il gesto di Darren Osborne come l’inizio della rivalsa sostenendo che, dopo gli attentati jihadisti in successione degli ultimi giorni, “i musulmani se la sona andata a cercare”. Una logica triste e assurda che non può portare a nulla di buono, poiché è fin troppo evidente - come insegnano le esperienze quotidiane nelle piccole o nelle grandi vicende - che la vendetta provoca altra vendetta. Quel gesto - anche se da tempo emergono in occidente gli estremismi antimusulmani - rischia di diventare il tragico incipit di una nuova era di violenza e di odio nella quale tutti sono contro tutti. Occorre dunque lavorare con maggiore determinazione per arginare questa deriva. Esemplare, in tal senso, è l’atteggiamento del sindaco di Londra Sadiq Khan, che non smette di promuovere i valori del pluralismo e della pacifica convivenza: lui che riesce perfettamente a conciliare la sua fede musulmana con l’orientamento politico laburista e con una cultura di chiaro stampo europeo.

Read more: Spirale perversa